come smaltire le capsule e le cialde del caffè

Come smaltire le capsule e le cialde del caffè? Leave a comment

Le cialde e le capsule del caffè sono molto comode, hanno il vantaggio di essere usa e getta e si possono utilizzare per ottenere un buon espresso anche a casa.

Tutto molto bello e semplice, ma c’è un problema ossia dove bisogna buttare le capsule e le cialde una volta utilizzate? Bisogna smaltirle nell’indifferenziata oppure negli altri contenitori come la plastica e l’alluminio?

In realtà, molto dipende anche dal tipo di capsula che si utilizza, in quanto non sono tutte uguali, e quindi presentano di conseguenza metodi diversi per lo smaltimento.

Ma come smaltire correttamente le capsule e cialde del caffè? Scopriamolo insieme!

Cialde del caffè: come smaltirle correttamente

Uno dei principali vantaggi delle cialde del caffè espresso è il loro essere molto ecologiche in quanto una volta utilizzate queste possono essere buttate semplicemente nell’umido.

Ebbene sì, le cialde del caffè sono ottime per il compost biologico, perché il loro rivestimento esterno è realizzato in una carta completamente biodegradabile, e il filtro interno contenendo solo caffè è ottimo per la creazione successiva del concime, come di solito avviene con gli scarti dell’umido.

Ricorda che le cialde per essere smaltite all’interno dell’umido devono essere a norma, quindi contenere solo in minima parte delle materie di tipo termoplastico. Quindi le cialde che si possono buttare nell’umido devono rispettare lo standard EN13432 promulgato dall’Unione Europea. Se non c’è il codice, puoi vedere se è da destinare nell’umido grazie al simbolo della certificazione e alla scritta “compostabile”.

Se trovi delle cialde non compostabili, allora una volta finito di fare il caffè devi lasciar raffreddare la cialda, poi la devi aprire buttando il contenuto, ossia il fondo del caffè, all’interno dell’umido mentre l’involucro esterno si deve buttare nell’indifferenziata. Comunque, oggi, il 90% delle aziende vende cialde compostabili e quindi da smaltire nell’umido.

Le cialde sono dunque, le più semplici ed ecologiche da smaltire, ma cosa fare del loro packaging? Quando le compri queste sono contenute di solito all’interno di un pacchetto d’alluminio monoporzione, di carta oppure in un cartone. In base, a dove è conservata la cialda puoi scegliere di smaltire il packaging nel relativo bidone dell’alluminio oppure della carta.

Come smaltire le capsule del caffè

Le principali capsule per il caffè possono essere realizzate in materiali di vario genere, le più utilizzate sono quelle in alluminio.

Se le capsule che usi sono in alluminio, il procedimento per il loro smaltimento è davvero semplice, infatti non devi far altro che farti il caffè, dopo devi prendere la capsula ed eliminare i residui di caffè sciacquandola sotto l’acqua. Una volta che sarà completamente ripulita potrai smaltire la capsula nel bidone dell’alluminio.

Le capsule realizzate in plastica, dopo l’utilizzo devono essere separate dal caffè che rimane al loro interno, una volta sciacquate potrai buttarle all’interno del bidone per la differenziata dedicato a questo materiale.

Se usi le capsule Nespresso, allora devi sapere che l’azienda per agevolare le operazioni di differenziazione delle capsule, permette di portare nei suoi negozi quelle utilizzate. Una volta raccolte poi l’azienda procede al riciclo dei materiali utilizzati per la loro creazione apportando davvero tanti benefici al pianeta.

Infine, nell’ultimo periodo sono nate delle nuove capsule completamente biodegradabili. Queste sono state realizzate da aziende come Lavazza, Coop e Caffè Vergnano.

Scopri le capsule biodegradabili Fior Fiore di Coop sul nostro sito >> CAFFEXPERT CAPSULE FIOR FIORE DI COOP

Le capsule in questo caso presentano una zona esterna che si biodegrada in tempi brevi e per questo motivo può essere smaltita semplicemente nell’umido in modo semplice e completamente ecologico. Anche nel caso delle capsule del caffè è necessario considerare anche il suo packaging. Quindi ricorda di riciclare correttamente anche il cartone e le eventuali confezioni monoporzione nelle quali queste sono contenute.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *