Le capsule per le macchine da caffè sono dannose? Verità e leggende

Il caffè… che sia in cialde, capsule o macinato riesce a mettere d’accordo quasi tutti gli italiani. Fonte indispensabile di energia per gli studenti, lubrificante sociale per persone e professionisti. Insomma, siamo tutti più felici dietro una tazzina di caffè.

Ma quale tipologia di caffè scegliere?

Caffè in capsule. Cos’è?

Ad ognuno il suo. È impossibile stabilire quale sia la tipologia migliore di caffè. La nostra preferenza varia spesso in base a fattori che non si fermano solo al gusto. Viviamo in una società sempre più frenetica, la tecnologia continua ad evolversi consentendoci di ridurre al minimo il tempo impiegato per effettuare una qualsiasi azione. In risposta a queste esigenze sta prendendo sempre più piede l’utilizzo del caffè in capsule. Questo non è altro che un particolare estratto di caffè posizionato in un contenitore in plastica o allumino. Questo nuovo metodo ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nel mondo del caffè, attraverso l’estratto è possibile avere gusto e densità paragonabili al caffè che viene servito al bar, in più, il loro formato in capsule garantisce una grande rapidità di preparazione.

Sarà quindi arrivata l’ora di mandare in pensione la cara vecchia moka?

Passare alle capsule

Come per ogni cosa, anche il passaggio alle capsule ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Pro: 

  • Rapidità e semplicità di utilizzo

Questo è uno dei punti forti del caffè in capsule. Il tempo è denaro, abbiamo bisogno di ottimizzare ogni momento della giornata. Il formato compatto unito alla semplicità di utilizzo della macchina ci consentono di gustare un buon caffè di prima mattina senza dover pulire costantemente il piano cottura o dover fare i conti con ustioni o intere macchinette rovesciate a causa della nostra prontezza mattutina.

  • Gusto ed aroma intensi e riconducibili a quelli del vero caffè

La vera rivoluzione. Spesso semplicità e comodità sono sinonimi di perdita di qualità, non in questo caso. Grazie a degli estratti di caffè di alta qualità è possibile raggiungere livelli di gusto ed intensità molto alti, paragonabili a quelli di un buon caffè al bar.

Contro:         

Sui contro sarebbe invece il caso di aprire una piccola parentesi. Tolte tutte quelle che sono le preferenze personali, i motivi per non passare alle capsule risultano essere sostanzialmente tre. Il primo riguarda l’aspetto economico, tuttavia c’è da sottolineare che esistono molte tipologie di capsule così come molte tipologie di caffè macinato e di cialde, tutto ciò rende quello dell’economicità un aspetto fortemente soggettivo.

Per quanto riguarda le altre criticità esse si concentrano sull’ecosostenibilità e l’impatto sulla salute del consumatore. Quello dell’ecosostenibilità è un problema che appartiene al passato, c’è stato un primo momento in cui le capsule erano composte da materiali piuttosto inquinanti perché difficili da smaltire. La spinta delle aziende verso l’eco-friendly e l’evoluzione della tecnologia hanno fatto sì che questo problema venisse in buona parte risolto. Come sopra, ci sono venditori e venditori, è ovvio dunque che in commercio ci posano essere ancora capsule ad alta incidenza ambientale, è però importante tenere a mente che tutte le più grandi aziende del settore hanno provveduto a risolvere questa problematica proponendo la propria versione di capsula, fabbricata in modo da avere il minore impatto ambientale possibile.

Discorso simile ma non analogo è quello che riguarda l’impatto sulla salute del consumatore. Essendo basate su un estratto è stata posta una questione riguardante la salubrità dello stesso. Non solo, pare che lo stesso materiale che compone le capsule potrebbe provocare qualche problema. Possiamo però immediatamente tranquillizzare i consumatori di cialde. Vediamo infatti che sono stati condotti solo degli studi sull’eventuale tossicità delle capsule ma non è stata scoperta alcuna correlazione effettiva che dimostrasse la dannosità dell’estratto. Per quanto riguarda invece il materiale delle capsule si torna sempre sullo stesso discorso, lo scopo delle aziende è e resta quello di vendere un prodotto che non sia in alcun modo nocivo, dunque si è subito provveduto a scongiurare ogni possibile causa di problemi cambiando la struttura delle capsule stesse.

In conclusione, è il caso di passare alle capsule?

Come spesso accade: dipende. Se avete bisogno di tempo ma non volete rinunciare al sapore del caffè, dovreste dare almeno una chance alle capsule. Ovviamente i gusti sono gusti, non possiamo imporre un’alternativa anziché un’altra. Tutto ciò che possiamo fare è garantire la massima sicurezza e la massima serenità a chiunque volesse provare questa alternativa, garantendone la totale sicurezza ed ecosostenibilità.

Che aspetti allora? Visita il nostro store e prova tu stesso il sapore e l’aroma delle nostre capsule!

Condividi su: